COP CLIMA Bonn 10 novembre

 
COP23 -paesaggi storici 2

L’agricoltura è sempre stata accusata di essere una delle principali cause del riscaldamento climatico. Oltre a cercare risposte legate a nuove tecnologie  le nazioni unite riscoprono le conoscenze tradizionali. Si tratta di pratiche millenarie attraverso le quali  l’umanità si adeguata a produrre cibo in ambienti e climi assai diversi che vanno dai +50° ai -50° consentendo la vita. Si tratta di un patrimonio vastissimo che la FAO sta catalogando tramite un programma mondiale sui paesaggi agricoli tradizionali di cui l’Italia  è uno dei partner principali. Alla conferenza sul clima di Bonn , per la prima volta, si organizza una sessione interamente dedicata a capire come questi paesaggi possono  fornire esempi utili alla  mitigazione ed adattamento al cambiamento climatico. 

Nella sforzo di individuare paesi che  possano essere di esempio al resto del mondo l’Italia è stata chiamata a dare il suo contributo  presentando i paesaggi del  registro nazionale dei paesaggi rurali storici  istituito presso il MIPAAF.  E’ un importante riconoscimento che la comunità internazionale assegna al  nostro paese e  un importante occasione per valorizzare la cultura agricola italiana  e i nostri paesaggi agrari più preziosi.
 

 
 
 
 
 

 

Prof. Mauro Agnoletti - Università di Firenze - Email: mauro.agnoletti@unifi.it - Website: www.mauroagnoletti.com

Schermata 2014-12-05 alle 10.59.37 Schermata 2014-12-05 alle 11.02.17